Riso carnaroli

Riso Carnaroli, proprietà e caratteristiche del re dei risi

Considerato da sempre il re dei risi, il Carnaroli è una delle migliori varietà di riso italiano. Scopriamo insieme le proprietà e le caratteristiche di questo riso. In più, una ricetta per voi!

Il riso Carnaroli, storia ed origine

Il Carnaroli è tra i più famosi risi: nato tra i terreni della Cascina Casello, vicino a Paullo, si tratta di un’antica varietà di riso del nostro Paese. Nasce intorno agli anni ’90 dall’incrocio di due tipi di riso, il Vaialone e il Lencino. L’agronomo Ettore De Vecchi impiegò anni di ricerca per riuscire ad identificare il miglior chicco, grande e consistente in cottura.

Appartenente alla classe dei risi superfini ed alla sottospecie japonica, con i suoi chicchi perlati di 7mm di lunghezza il Carnaroli possiede numerose caratteristiche che lo rendono molto utilizzato in cucina. Il famoso re dei risotti è una varietà presente in commercio anche in purezza.

VAI ALLO SHOP

Possiede un gusto delicato capace di esaltare e donare nuova vita a qualunque condimento. Dove cresce il Carnaroli? I risicoltori italiani coltivano con difficoltà questo cereale, prevalentemente nel territorio piemontese e lombardo ed in particolare nelle provincie di Vercelli, Novara e Pavia.

Proprietà e caratteristiche del riso Carnaroli

Il Carnaroli è protagonista dei risotti, in quanto possiede un’eccellente temuta di cottura, durante la quale rilascia una percentuale di amido. Il Carnaroli, in particolare, è caratterizzato da lunghi chicchi compatti e sodi, ricchi di amilosio, indispensabile per la buona riuscita di un risotto. Immaginate che per preparare un ottimo risotto il tempo di cottura consigliato per il Carnaroli è di 18 minuti.

riso-risaie

Ad ogni modo, con un buon Carnaroli potrete cucinare anche una fantastica paella, per non parlare di arancini o altro! Se vi state chiedendo per cosa si usa il riso Carnaroli, sappiate che grazie alla sua capacità di rimanere al dente, si sposa con infinite pietanze ed esalta i condimenti. Per queste caratteristiche, di conseguenza, il Carnaroli è sempre presente nelle dispense di tutti i grandi chef.

Riso Carnaroli, come cucinarlo? La ricetta del risotto con zucca e pancetta con il Carnaroli della Corte Ghiotta

Se cercate un riso Carnaroli di alta qualità da privilegiare per le sue proprietà e caratteristiche, scegliete quello della Corte Ghiotta, azienda della Lomellina che produce nelle proprie risaie il famoso riso. Questa piccola impresa famigliare lascia riposare il riso grezzo in magazzino per lunghi periodi, prima di passare alla lavorazione dei chicchi poco sbiancati. Questo metodo preserva il prezioso contenuto di proteine del cereale.

Ingredienti per 4 persone

Riso Carnaroli 300 g

Zucca 500 g

1 Cipolla

Brodo vegetale 1,5 l

Parmigiano Reggiano DOP 100 g

Vino bianco secco ½ bicchiere

Olio evo 20g

Burro 50 g

Sale e pepe q.b.

zucca-per-risotto

Preparazione

Per preparare il risotto con zucca e pancetta, prima di tutto iniziate dal brodo. Portare ad ebollizione in una pentola con acqua salata sedano, carota e cipolla tagliate. Dopo un’ora di cottura, filtrate il brodo e tenetelo al caldo. In un tegame soffriggete poca cipolla in olio evo, aggiungete la zucca tagliata a dadini e fate rosolare. Cuocete con l’aggiunta di poco brodo fino a quando la zucca sarà morbida e sfaldata.

Poi, in un’altra padella, tostate il riso a secco – basteranno pochi minuti – poi sfumate con il vino ed aggiungete il riso alla purea di zucca. Cuocete continuando ad aggiungere il brodo gradualmente. Mescolate spesso per evitare che il riso si attacchi al fondo. Rosolate brevemente in un padellino la pancetta finché si sarà colorata. A cottura ultimata del risotto, aggiungete il burro per mantecare, dopodiché il Parmigiano e la pancetta. Una spolverata di pepe et voilà! Servite caldissimo!

In alternativa al risotto con la zucca, potete utilizzare il Carnaroli per preparare il risotto con i porcini. Garantito che il piatto finale con un buon riso sarà sempre un successo!

Volete scoprire altre ricette della tradizione italiana? Seguiteci sulla nostra pagina Instagram e sul sito www.danordafood.it

owner
Author: owner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su