Per questa ricetta abbiamo scelto di assaporare un piatto di uno dei territori simbolo di questa grande regione: la Valtellina. Territorio ricchissimo di eccellenze enogastronomiche che non possono lasciarci indifferenti. 

Una di queste eccellenze sono i magici Pizzoccheri Valtellinesi perfetti anche per questa stagione autunnale e per i primi freddi. 

Del “Pizocher”, come lo chiamano i valtellinesi doc, abbiamo testimonianze fin dai primi dell’Ottocento. Esso nacque sull’arco alpino valtellinese come una sorta di tagliatella grossolana fatta con il re delle coltivazioni di quelle zone: il grano saraceno. L’incontro di esso con il burro fresco di montagna, la Casera e con l’umile contributo di verze e patate rendono questo piatto capace di far contenti i vostri commensali. 

Ingredienti per 4 persone:
  • 250 grammi di patate
  • 200 grammi di verza
  • 400 grammi di farina di grano saraceno
  • 200 grammi di burro
  • 250 grammi di formaggio Valtellina Casera DOP
  • 100 grammi di farina 00
  • uno spicchio d’aglio
  • 150 grammi grana grattuggiato
  • pepe
Preparazione: 
  1. Mescolare le due farine, impastarle con acqua e lavorare per circa 5 minuti. 
  2. Con il mattarello tirare la sfoglia fino ad uno spessore di 2-3 mm dalla quale si ricavano delle fasce di 7-8 cm. Sovrapporre le fasce e tagliarle nel senso della larghezza, ottenendo delle tagliatelle larghe circa 5 mm. 
  3. Cuocere le verdure in acqua salata, le verze a piccoli pezzi e le patate a tocchetti. Unire i pizzoccheri dopo 5 minuti.  A parte friggere il burro con l’aglio.
  4. Dopo una decina di minuti, scolare i pizzoccheri e in una teglia ben calda cospargere con formaggio grattuggiato e Casera DOP a scaglie e versare sopra il burro fuso.

Servire subito con una macinata di pepe.