Le intorchiate pugliesi, storia e ricetta delle trecce dolci regionali

Le intorchiate pugliesi sono dei dolci tipici regionali, dalla tipica forma a treccia. Decorate con mandorle intere, le intorchiate sono croccanti biscotti perfetti da gustare a colazione. Scopriamo insieme la storia e la ricetta di questo prodotto tradizionale.

Storia delle intorchiate dolci pugliesi

Le intorchiate sono biscotti tipici pugliesi lavorati a mano e facilmente reperibili nei panifici di tutta la regione, anche se nelle case pugliesi si è soliti preparare questi dolcetti soprattutto durante le festività natalizie. Queste treccine zuccherate e friabili sono arricchite dalla presenza della mandorla tostata al centro e possono essere realizzate in tanti versioni, da quella salata a quella dolce al caffè. La storia delle intorchiate dolci pugliesi ha origine in un passato antichissimo.

intorchiate-pugliesi

Le trecce, simbolo dell’unione e dell’abbraccio tra il bambino e Dio e tra lo sposo e la sposa, erano infatti offerte durante la celebrazione di battesimi e matrimoni, in virtù della loro forma che ricorda un abbraccio. Le intorchiate dolci pugliesi sono conosciute anche come taralli dolci o taralli della nonna.

Il nostro produttore di intorchiate artigianali, l’Azienda Bontà Pugliese

Quella dell’azienda Bontà Pugliese è una storia che ha origine nel 1993 a Massafra, un vero e proprio gioiello di città incastonata nella roccia. In questa cittadina che si erge fiera sul Golfo di Taranto e sui monti della Calabria, l’azienda Bontà Pugliese realizza artigianalmente i prodotti tipici della regione: taralli, frise, orecchiette, cartellate, cavatelli, intorchiate e molto altro.

VAI ALLO SHOP

Dalle mani degli esperti mastri fornai nascono ogni giorno le specialità pugliesi, frutto di un instancabile lavoro che privilegia l’utilizzo di materie prime provenienti dal territorio e una metodologia artigianale.

La ricetta delle intorchiate dolci pugliesi

Ingredienti

500 g Farina 00

150 g Zucchero

100 ml Olio extra vergine d’oliva

150 ml vino bianco

80 g Margarina

10 g Ammoniaca per dolci o ½ bustina di lievito per dolci

Acqua qb

1 pizzico Sale

80g Zucchero semolato per la guarnizione

100 g Mandorle intere e tostate con la buccia

Preparazione

Per la ricetta delle intorchiate dolci pugliesi, iniziate mescolando in una ciotola vino, olio e il sale con una frusta. Aggiungete la farina setacciata poco a poco e continuate a lavorare l’impasto per amalgamare bene gli ingredienti liquidi. Unite la margarina ammorbidita (o il burro), l’ammoniaca, lo zucchero e poca acqua fino ad ottenere un impasto facilmente lavorabile ed elastico.

intorchiate-pugliesi-trecce

Dal panetto liscio, prendete una porzione di impasto e formate dei rotolini di 10cm di lunghezza, che dovrete unire due a due per creare la forma di treccia. Ponete al centro di ogni intorchiata qualche mandorla e ricopritela con lo zucchero.

Cuocete le intorchiate pugliesi su una teglia ricoperta da carta forno in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa, o comunque fino a doratura. Quando si saranno raffreddate, potrete conservare le intorchiate in un contenitore di latta, saranno perfette per essere gustate a colazione o a fine pasto con un vino liquoroso.

Volete scoprire altre ricette della tradizione italiana? Seguiteci sulla nostra pagina Instagram e sul sito www.danordafood.it

Photocredits: https://blog.giallozafferano.it/lacucinasottosopra, https://www.deliziosavirtu.it/, https://www.madeintaranto.org/

owner
Author: owner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su