Il turismo enogastronomico in Italia

Negli ultimi anni i dati sul turismo enogastronomico in Italia sono in netta crescita. Sempre più italiani scelgono come meta di destinazione per le vacanze o per le gite fuori porta un luogo che possa offrire un’esperienze enogastronomica peculiare. Vediamo insieme i dati, i luoghi e le caratteristiche di questo fenomeno di successo.

Rapporto sul turismo enogastronomico italiano e caratteristiche del fenomeno

Secondo i dati del Rapporto sul turismo enogastronomico italiano del 2019, l’importanza di questa tipologia di turismo è aumentata negli anni divenendo origine principale di viaggi. Quello enogastronomico rappresenta una forma di turismo culturale che, attraverso la  valorizzazione dei territori, offre al turista l’opportunità di entrare in contatto con la realtà vera del luogo e di esplorarne le caratteristiche.

italia
Roma, foto di Josh Hild su Unsplash

Un importante aspetto di questo turismo riguarda la destagionalizzazione dei flussi turistici. Questa forma di turismo non concentrandosi in periodi specifici garantisce un potenziale flusso continuo anche in bassa stagione. 

Il nuovo modo di concepire il turismo ha favorito l’apertura o la conversione di agriturismi, cantine, oleifici, aziende agricole e simili, che sempre più diventano strumento di promozione del territorio. E’ in questi luoghi ideali che il viaggiatore può rilassarsi e riscoprire i gusti delle tradizioni culinarie.

Definizione del turista enogastronomico

Chi è esattamente il turista enogastronomico e che cosa cerca? Si tratta di un viaggiatore curioso alla ricerca di un’esperienza autentica e multisensoriale. Il cliente appassionato di enogastronomia viaggia in Italia alla scoperta dei luoghi più significativi di un territorio. Il turismo enogastronomico nel corso del tempo ha coinvolto un segmento sempre maggiore di viaggiatori, intercettando differenti tipologie di target. Dai più giovani ai meno giovani, dai più ricchi ai meno abbienti, questi viaggiatori hanno in comune l’amore per il viaggio. Il turista enogastronomico inoltre non vuole solo scoprire prodotti di alta qualità ma desidera gustare i piatti tipici di quel territorio.

turismo enogastronomico
Venezia, foto di Igor Oliyarnik su Unsplash

Fattori di successo del turismo enogastronomico in Italia

Tra i fattori di successo di questo fenomeno si colloca il patrimonio enogastronomico italiano, fiore all’occhiello del nostro Paese. Esso non ha eguali da altre parti ed è frutto della diversità del territorio geografico e di fattori climatici favorevoli. 

In Italia, l’offerta in termini di tour enogastronomici è potenzialmente inesauribile: gli itinerari di questo tipo nel nostro Paese potrebbero essere tanti quanti sono le città. La ricchezza a livello agroalimentare delle nostre regioni, la varietà di ricette della tradizione e di piatti tipici, rappresentano la migliore forma di pubblicità. Alla luce delle location e del loro “magnetismo promozionale”, questa tipologia di turismo trova in Italia terreno fertile. 

Per potenziare l’offerta turistica bisognerebbe creare una rete di sinergie sul territorio che coinvolga più attori possibili. La pianificazione delle attività culturali deve procedere di pari passo con gli eventi enogastronomici. Fondamentale sarà la partecipazione attiva di guide turistiche, catene alberghiere, imprenditori, produttori locali, aziende della ristorazione, esperti in marketing, enti pubblici e privati.

owner
Author: owner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su