Barbera D’Asti DOCG: abbinamenti, caratteristiche e ricetta con il vino piemontese

Il Barbera è il vitigno piemontese per eccellenza, il vino più comune nelle case delle persone del luogo. La Barbera rappresenta almeno la metà dell’intera produzione enologica della regione. Vi raccontiamo gli abbinamenti e le caratteristiche del Barbera d’Asti DOCG.

Barbera d’Asti DOCG, caratteristiche del vino

La Barbera, pur non essendo un vino da grandi occasioni, è da sempre uno dei vini più importanti del Piemonte, grazie alla produzione abbondante e alla robustezza della pianta, estremamente adattabile a temperature e terreni diversi. Le zone storiche di produzione della Barbera sono il Monferrato – luogo di nascita della vite – la provincia d’Asti ,con la produzione DOCG Barbera d’Asti, e l’area delle Langhe con la DOC Barbera d’Alba.

Le uve dalle quali si ottiene il vino sono quelle dell’omonimo vitigno Barbera in purezza, in percentuale almeno del 90%, ma possono essere aggiunti altri vitigni a bacca rossa, non aromatici. La Barbera d’Asti nel passato è stata celebrata da poeti importanti quali Pascoli e Carducci.

Barbera d’Asti DOCG, abbinamenti con i cibi

Tra le caratteristiche della Barbera c’è sicuramente la capacità di accompagnare sapori molto diversi e di prestarsi a svariati momenti. Se vi chiedete come scegliere gli abbinamenti con la Barbera d’Asti e quali sono le sue caratteristiche, sappiate che può essere sorseggiata come aperitivo, scegliendo le varietà dalla gradazione più leggera. La Barbera può essere anche un ottimo vino da pasto, accostato ai classici antipasti piemontesi a base di salumi o ai secondi piatti, come il tradizionale vitello tonnato. La Barbera si serve anche in accompagnamento a pietanze più elaborati come risotti, selvaggina, brasati e ricette a base di tartufo, altro grande prodotto della regione.

Riconosciuta come Denominazione di Origine Controllata nel 1970, la Barbera d’Asti è un vino legato alle antiche tradizioni contadine, che ha saputo rinnovarsi per rispondere a esigenze e gusti diversi, ottenendo nel 2008 anche il riconoscimento della Denominazione Origine Controllata e Garantita.

Oggi la Barbera d’Asti è un prodotto in continua evoluzione, che cresce seguendo le nuove conoscenze in campo viticolo ed enologico. La Barbera è considerata tra i più importanti ed apprezzati vini rossi italiani e noi vi raccontiamo abbinamenti e caratteristiche. 

La Cascina Montariolo, azienda produttrice di Barbera

È con questo vino che Da Nord a Food ha deciso di arricchire la valigia Piemonte, l’azienda agricola Cascina Montariolo, tra i produttori di Barbera d’Asti DOCG.
L’azienda piemontese nasce nel territorio del Monferrato astigiano, precisamente nel borgo di Alfiano Natta, e fa parte della Federazione italiana vignaioli indipendenti (FIV). La famiglia segue tutta la filiera di produzione dei vini, garantendo al consumatore finale l’origine del proprio prodotto e lo stretto legame con il territorio.

La filosofia aziendale basa i propri principi sul rispetto nei confronti l’ambiente tramite una coltivazione a basso impatto, e sulla supervisione di ogni fase, dalla vigna alla cantina. Cascina Montariolo è un’azienda a conduzione familiare che nei quattro ettari di terreno di proprietà, si dedica alla produzione di vini autoctoni di alta qualità. Barbera d’Asti, Piemonte Grignolino, Monferrato Dolcetto e Monferrato Freisa sono i principali vini prodotti dall’azienda, premiati con numerosi riconoscimenti da parte delle più autorevoli guide del settore enologico.

La ricetta: il risotto con la Barbera d’Asti

Ecco quali sono gli abbinamenti e le caratteristiche della Barbera della Cascina Montariolo. Ha un sapore fresco, con una piacevole sapidità e note fruttate, vegetali e speziate. Si abbina perfettamente a formaggi semiduri, salumi, zuppe, bolliti, carni bianche e rosse, ma può essere utilizzato anche come ingrediente per la preparazione di ottimi primi piatti o secondi di carne. Di seguito vi proponiamo una ricetta gustosa che vede nel Barbera l’elemento principale del piatto: il risotto alla Barbera.

Ingredienti per due persone

170g di riso Carnaroli

1 bicchiere di Barbera

½  l circa di brodo carne

30g di burro

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

30g di parmigiano grattugiato

1 cucchiaio di salsa di pomodoro

½  cipolla

1 foglia di alloro

2 foglie di salvia

rosmarino

noce moscata

pepe

Preparazione

Per la ricetta del risotto alla Barbera d’Asti, dopo aver sbucciato e tagliato la cipolla a fettine sottili, fatela appassire a fuoco lento in una casseruola. Aggiungete l’olio, metà della dose di burro, le foglie di alloro e la salvia tritata insieme a qualche ago di rosmarino.
Quando la cipolla comincia a prendere colore, unite il riso e fatelo tostare. Mescolate per qualche minuto e quando l’olio comincia a sfrigolare, bagnate il tutto con mezzo bicchiere di vino.

Quando il vino sarà evaporato, versate anche il resto del bicchiere insieme alla salsa di pomodoro e, dopo qualche minuto, aggiungete il brodo bollente, un mestolo per volta, fino a cottura del riso.

Togliete la casseruola dal fuoco quando il riso è ancora un po’ al dente, mantecatelo con il burro rimasto e con il formaggio grattugiato e completate con una spolverata di noce moscata. Servite il risotto molto caldo e assicuratevi che in tavola non manchi il pepe.

Seguiteci sulla nostra pagina Instagram e visitate il sito www.danordafood.it

owner
Author: owner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su